GLI ALIMENTI CHE AIUTANO A GUARIRE DAGLI INFORTUNI

A chi non è capitato di subire almeno un infortunio ? Che si tratti di una semplice infiammazione ad un tendine o in casi più seri di uno stiramento muscolare il nostro corpo attiva una serie di processi tali da riparare il danno in autonomia. Ciò che mangi durante il periodo di guarigione può rivelarsi davvero importante per diminuire i tempi di stop e riacquistare forma e forza.

Se l’infortunio non ti permette di allenarti e ti costringe a star fermo non lesinare sul cibo , non è la soluzione corretta , anzi rallenterebbe solo il processo di guarigione. Anche se non stai correndo il tuo metabolismo dopo un infortunio accelera in quanto il corpo necessita di calorie per costruire nuovi tessuti e riparare tendini e/o muscoli. Quindi non saltare i pasti per alleggerirti e per la paura di prendere qualche Kg durante lo stop ma bensì mangia almeno ogni 5 ore per mantenere livelli elevati di energia. Inoltre dopo un infortunio il tuo corpo ha bisogno di proteine perchè ne utilizza più di quante possa produrne con conseguenza perdita di massa dei muscoli colpiti. Per prevenire la perdita di proteine che spesso avviene con l’infortunio di notevole importanza è la leucina , un’amminoacido per gli esseri umani essenziale, che va assunto tramite l’alimentazione, dato che l’organismo  non è in grado di sintetizzarlo. La leucina è importante per la costruzione ed il mantenimento del tessuto muscolare. Promuove la sintesi proteica nei muscoli e nel fegato , rallenta la decomposizione delle proteine muscolari e promuove i processi di rigenerazione. Sarebbe opportuno aggiungere ai pasti proteine di qualità sfruttando alimenti come uova, carne di manzo o di maiale , pollo , pesce , soia e latticini magri.

Di notevole importanza anche gli Omega 3 grassi essenziali che sono un tocca sana per il cuore e le articolazioni , inoltre hanno delle proprietà antinfiammatorie . Li trovate principalmente nel pesce azzurro , salmone e delle noci. E per chi non è amante del pesce come me vi consiglio di usare per condire l’olio di lino ricco appunto di Omega 3.

Non dimentichiamoci delle Vitamine , in particolare la D che svolge una funzione fondamentale nella ricostruzione delle ossa in caso di microfratture o fratture vere e proprie. Aumenta quindi il consumo di cibi ricchi di questa vitamina come salmone , uova , funghi , soia e derivati e ricotta. L’assunzione quotidiana di un integratore può favorire il recupero.

Infine il nostro corpo ha bisogno di un antiossidante potente come la quercetina . E’ un antiossidante naturale in gradi di abbassare il livello di infiammazione in seguito ad un infortunio . Gli alimenti ricchi di questa sostanza sono i mirtilli , ottimi aggiunti in uno yogurt a colazione o merenda , uva rossa , cipolla rossa , sedano e capperi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *